Home Rubriche Notizie Cimbre AVEZ DEL PRINZEP: SEZIONI DI TRONCO ANCHE PER I TURISTI

AVEZ DEL PRINZEP: SEZIONI DI TRONCO ANCHE PER I TURISTI

223

Da quando una tempesta autunnale con forti raffiche di vento lo scorso novembre ha abbattuto l’abete monumentale chiamato “Avez del Prinzep” che da 280 anni dominava la strada verso il passo Vezzena sugli altipiani cimbri, sono tanti gli enti e i privati cittadini che hanno espresso il desiderio di poter aver un ricordo del famoso abete da esporre o portare a casa.
L’Avez era considerato l’abete bianco più vecchio d’Europa, il suo fusto si estendeva fino a quasi 60 metri di altezza, con una circonferenza che sfiorava i 5 metri. L’“Avez del Prinzep” – abete del principe – venne chiamato così perchè considerato il più bello dell’intera foresta che copre gli altipiani di Lavarone e Folgaria. Durante la sua caduta le radici non hanno ceduto al forte vento, il tronco si è spezzato a 3 – 4 metri di altezza. Grosse sezioni del tronco del peso anche di 200 kg sono state consegnate ad enti come il Muse, Università di Padova e Distretti forestali trentini. Oggi quello che resta del tronco è stato protetto da una teca, mentre con i rami sono stati realizzati vari oggetti, tra cui migliaia di piccole rotelle con incisione a laser, da acquistare come ricordo e/o souvenir del “gigante” il cui ricavato verrà utilizzato per scopi nobili, come la manutenzione di vari percorsi in montagna come il “Sentiero dei giganti”.