Home Rubriche Notizie Mochene LA LINGUA MOCHENA

LA LINGUA MOCHENA

252

Il mòcheno è un idioma che fa riferimento alla parlata nell’alta Baviera e che porta influssi anche dall’italiano e dal dialetto trentino delle zone dell’ Altopiano di Piné e Pergine Valsugana.
I rapporti di frequentazione per il commercio ambulante con comunità di lingua tedesca hanno rafforzato il mantenimento dell’idioma nel tempo.
Inoltre, pur aperta verso l’esterno, la comunità ha praticato per secoli una chiusura endogamica a livello matrimoniale (cioè matrimoni all’interno del proprio gruppo etnico) che ovviamente ha rafforzato la trasmissione della lingua a livello famigliare.
Gli ultimi decenni hanno scompaginato la geografia linguistica della Valle e hanno inciso pesantemente sui contenuti e sulla forma della lingua stessa.
Il raccolto numero dei parlanti, il profondo legame all’economia agricola e pastorale e la mancata diffusione dello scritto portano ad un uso complessivamente minore, ad un calo di prestigio e all’ omologazione a modelli e stili non propri. Ne risente soprattutto il lessico, ma se ne colgono influssi sempre più pesanti anche a livello sintattico.
La lingua mòchena è usata a livello orale da quasi la totalità delle famiglie di Roveda e di Palù, da gran parte delle famiglie di Fierozzo e da pochissime famiglie a Frassilongo.
I censimenti linguistici effettuati dalla Provincia autonoma di Trento nel 2001 e nel 2011, hanno consentito alla comunità di manifestare la propria appartenenza linguistica e di fornire delle statistiche sul grado di conoscenza (livello orale/scritto, competenza attiva/passiva) dei componenti del gruppo linguistico. Nella tabella sottostante i dati del Censimento del 2011 riguardo alla consistenza della minoranza linguistica mòchena in provincia di Trento.