Home Rubriche Notizie Cimbre TANZERLOCH E CARSISMO SUGLI ALTIPIANI CIMBRI

TANZERLOCH E CARSISMO SUGLI ALTIPIANI CIMBRI

287

Sull’ altopiano di Asiago un luogo tra storia e leggende molto conosciuto è il Tànzerloch, ossia il Buco della Danza o Voragine dei Danzatori. Ci si arriva percorrendo la strada del paese di Camporovere (Roana) che porta a Vezzena. Una volta arrivati alla fine del centro abitato si imbocca un sentiero che scende verso valle. Dopo mezz’ora circa ci si trova davanti alla profonda e suggestiva voragine del Tànzerloch.
L’ orrido è molto suggestivo e può fare davvero paura, certamente a tutti questo luogo di montagna richiama alla mente le streghe con i loro riti magici ed incantesimi. Secondo le leggende in quel luogo si tenevano le riunioni delle fattucchiere, caratterizzate da balli sfrenati e riti magici.
Una delle tante leggende sul Tànzerloch ha come protagonisti due bambini. I piccoli erano andati a pascolare le loro pecore in quella zona dove un tempo esisteva una radura. Una sera si persero nel bosco e, vista una luce, si avvicinarono con la speranza di trovare l’aiuto di qualche adulto. Si trovarono invece nel pieno di un sabba dove un gran falò illuminava i visi e i corpi sgraziati delle streghe. Le megere, appena videro bambini, li fecero prigionieri. I pastorelli erano già destinati ad essere le piccole vittime di quella notte. Prima che le streghe facessero loro del male, la terra si aprì all’improvviso: la voragine che si era formata inghiottì assieme ad alberi e al falò anche le malvagie fattucchiere. Si alzarono poi alte fiamme che si spensero in un baleno. I due pastorelli, rimasti ai margini dell’orrido, restarono illesi; poco dopo arrivarono degli uomini di Camporovere con i loro genitori che misero fine alla brutta avventura.
La spiegazione scientifica di queste voragini è il carsismo delle rocce che costituiscono questi territori a cavallo tra Veneto e Trentino.
La zona degli altipiani di Asiago e di quelli cimbri un tempo erano terre sommerse dal mare (ne danno testimonianza le ammoniti fossili presenti nelle rocce ed i licheni). La prevalenza di rocce tura è alla base del fenomeno del carsismo e della caratteristica formazione di conche, dette “buse”, o “loch” in cimbro, e di pozzi naturali.
Tra le più note: Il Tanzerloch, ossia il Buso delle danze, a Camporovere di Roana; il Giacominarloch , Buso dei Giacobini, a Cesuna di Roana;
La Busa di Malga Fossetta la più profonda di cui sono stati esplorati finora circa 1000 metri.