Home Rubriche Notizie Cimbre A GUARDIA DI FOLGARIA OSPITI DI CERNOBYL

A GUARDIA DI FOLGARIA OSPITI DI CERNOBYL

261

Era il 1986 quando alla centrale nucleare di Cernobyl si verificò il tragico incidente che procurò la morte di 4.000 persone secondo le stime dell’ONU. Ora la generazione di Chernobyl ha circa quarant’anni, ma nonostante questo i bambini che vivono lì hanno costante bisogno di disintossicarsi respirando aria pulita oltre che giocare in ambienti salubri. L’Associazione “Chernobyl chiama Rovereto” si prodiga da anni per ospitare durante i due mesi autunnali di ottobre e novembre un gruppo di ragazzi provenienti dalle zone non ancora completamente bonificate, dove è possibile entrare in contatto con le scorie atomiche, in grado di provocare tumori e leucemie.
Quest’anno è stata la volta di 23 bambini provenienti dalla regione di Minsk, provincia di Borisov. La frazione di Guardia nel Comune di Folgaria, collocata a metà falda del Finonchio ha voluto contribuire a rasserenare il soggiorno dei piccoli Bielorussi ospitandoli per una giornata intera, in totale allegria, giocando e pranzando presso l’accogliente sito delle feste campestri, dove hanno potuto mangiare piatti locali e divertirsi. L’accoglienza del paese dipinto, così denominato per la serie di affreschi sui muri delle case commissionati dall’Amministrazione comunale negli anni 80/90, è stata molto apprezzata dagli ospiti di “Chernobyl chiama Rovereto” che hanno apprezzato il senso di comunità ed ospitalità della piccola frazione di Folgaria. L’organizzazione della giornata ricreativa è stata affidata al dinamico Gruppo Ricreativo Culturale, ormai collaudato da anni di attività sul versante dell’accoglienza. L’occasione è stata propizia per conoscere la realtà trentina dei piccoli nuclei di montagna.