Home Rubriche Notizie Cimbre LUSERNA: LA TRADIZIONE DEI TRE RE

LUSERNA: LA TRADIZIONE DEI TRE RE

431

A Luserna si respira ancora un patrimonio di credenze e di usi e costumi che trova testimonianza nei riti tradizionali che continuano a conservarsi e ad essere vissuti ancora oggi. Tra questi, un’ antica tradizione popolare trova la sua rievocazione nei giorni freddi d’inverno e più precisamente nei tre giorni che precedono l’Epifania. Il 3- 4 e 5 gennaio, appena calata la notte, girando per il paese, è facile imbattersi in tre ragazzini, (i tre Re Magi), vestiti con abiti che ricordano quelli d’epoca e confezionati a mano dalle loro mamme. Portano con loro un bastone sul quale viene fissata una scatola, all’interno della quale si intravede la luce tenue di una candela accesa e il ritaglio di una stella cometa realizzata a mano nei giorni precedenti. Passano di casa in casa e nei locali pubblici, cantando una canzone che ricorda il viaggio per arrivare alla grotta di Betlemme, ricevendo regali o monetine, per aver portato gioia e allegria.
La canta della stella con il brano “I Tre Re” veniva fatta a Platz, a Pill, Eck, e a Tetsch tutte le frazioni di Luserna.
La canzone si passava di generazione a generazione. La stella cometa veniva fatta con l’aiuto di genitori e fratelli più vecchi. La tradizione della «canta della stella» a Luserna non è mai mancata un anno che la gente ricordi.
E’ interessante notare come secondo alcune analisi storiche, la tradizione dei “Tre Re” risalga al periodo immediatamente seguente il Concilio di Trento, e come quindi si possa intravedere un collegamento tra la nascita di questo rito tradizionale e il noto sforzo del Sacro Concilio di Trento di estirpare qualsiasi attività pagana a favore del radicarsi del Cristianesimo.