Home Rubriche Notizie Mochene MORELLI: ETNOMUSICOLOGIA IN VALLE DEI MOCHENI

MORELLI: ETNOMUSICOLOGIA IN VALLE DEI MOCHENI

240

Renato Morelli etnomusicologo, musicista e regista con il suo libro “Identità musicale della Val dei Mòcheni” pubblicato nel 1996 ha vinto il premio “Costantino Nigra”. Il prestigioso riconoscimento ha messo in luce la decennale ricerca di Morelli che ha studiato con minuzia certosina gli elementi costitutivi del ricco repertorio musicale della musica mòchena, composto da canti in lingua italiana, in dialetto trentino, in latino ed in mòcheno- tedesco. Una bella soddisfazione per l’autore che con una ricerca sul campo ha documentato con capacità critica la musica popolare della comunità mochena che abita la Valle del Fersina. Il volume non è una semplice ‘raccolta di canti’ ma si propone come rappresentazione globale di una comunità e dei suoi rapporti con comunità circostanti, ad anche lontane dell’Arco Alpino. Popoli che le vicende storiche e la strumentalizzazione politica hanno, nel tempo, posto tra loro in conflitto, al servizio di interessi e costrutti ideologici a loro in realtà estranei.
Morelli in un decennio di controlli analitici, trascrizioni musicali e progressivo ampliamento delle prospettive, ha ricostruito il patrimonio di riti e tradizioni che sono state analizzate anche grazie ai contributi di linguisti, glottologi, etnografi e storici. In allegato al libro c’è anche un CD contenente una selezione di 32 brani tra i 521 registrati.
La ricerca di Morelli è stata sostenuta dal Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di S. Michele e dall’Istituto Culturale Mòcheno Cimbro. Mentre per ciò che riguarda la sorte futura delle tradizioni musicali ricordiamo che Renato Morelli è l’ideatore e responsabile dell’ A.P.T.O. (Archivio Provinciale della Tradizione Orale), archivio informatico molto sofisticato e all’avanguardia in Italia, costituito sul modello dell’Archivio Comunicazione Orale della Regione Lombardia.