Home Notizie MORTO ANCHE L’AMICO POLACCO DI ANTONIO

MORTO ANCHE L’AMICO POLACCO DI ANTONIO

467

Sale a 5 il bilancio delle vittime dell’attentato di martedì scorso ai mercatini di Natale di Strasburgo. Si è spento nel pomeriggio anche il 35enne Barto Pedro Orent-Niedzielski, che quella sera era insieme al suo amico Antonio Megalizzi.
Stesso triste destino per i due ragazzi che lavoravano insieme condivedendo lal passione di raccontare alla radio l’Europa.
La notizia della morte di Orent-Niedzielski è stata data su Facebook dal fratello che ha scritto: “Mio fratello Barto Pedro Orent-Niedzielski ci ha appena lasciato, grazie per il vostro amore e per la forza che gli avete dato”. Bartek e Antonio Megalizzi dopo una giornata all’europarlamento erano andati con Clara Rita Stevanato e Caterina Moser, le due studentesse venete universitarie a Parigi, al mercatino. Si trovavano sotto al ponte del Corbeau quando il killer ha iniziato a sparare sulla folla. Le due giovani donne sono riuscite a scappare.
Antonio a Strasburgo aveva trovato alloggio proprio a casa di Barto, che fino ad oggi era rimasto in coma profondo. Non si era mai più svegliato da martedì sera, quando Cherif Chekatt gli aveva puntato la pistola in fronte e aveva fatto fuoco.
“Il suo cuore si è fermato dopo cinque giorni di coma profondo” ha raccontato una persona che ha parlato con la mamma di Bartek, Dorota Odent, a Le Monde. La donna e il fratello di Bartek avevano deciso di non staccare le macchine che lo mantenevano in vita in modo di permettere a tutti gli amici di andarlo a salutare all’ospedale di Hautepierre, lo stesso dove era ricoverato anche Antonio.