Home Notizie TRENTINO, MODIFICATA LA LEGGE SULLA CACCIA

TRENTINO, MODIFICATA LA LEGGE SULLA CACCIA

562

Preceduti dalle polemiche in particolare degli ambientalisti, oggi la giunta provinciale trentina ha approvato due provvedimenti che modificano la legge sulla caccia risalente ad ormai quasi 30 anni fa.

Come previsto viene soppresso il Comitato Faunistico, organo consultivo della Provincia  per la tutela della fauna e l’esercizio della caccia ed è composto da tecnici, rappresentanti istituzionali, realtà ambientaliste e cacciatori.

La decisione, motivata con l’obiettivo di razionalizzare spese e procedure e di migliorare la partecipazione dei portatori di interesse, trasferisce queste competenze in capo ad un osservatorio faunistico, alla struttura competente e alla giunta stessa.

In vista delle modifiche rappresentanti delle associazioni ambientaliste avevano accusato l’assessora all’Agricoltura e Foreste, Giulia Zanotelli, di fare gli interessi dei cacciatori e avevano minacciato una serie di ricorsi.

L’altro provvedimento approvato oggi riguarda proprio i cacciatori e in particolare le sanzioni  amministrative pecuniarie che sono state convertite in euro e maggiorate del 20% visto che la legge era del ’91.

Inoltre per le violazioni più gravi , come la caccia in periodo di divieto, la sospensione del permesso annuale di caccia scatterà subito in forma preventiva e non dopo l’accertamento, mentre viene soppressa per le violazioni minori.