Home Notizie NEVE DI PRIMAVERA

NEVE DI PRIMAVERA

156

Sorpresa, al risveglio, per molti trentini e per i turisti in montagna, che quando si sono affacciati alla finestra, stamattina, hanno trovato paesaggi imbiancati.
Una nevicata che ha toccato tutto il Trentino, mediamente dai mille metri, localmente anche a quote più basse.
Più colpite le aree nordorientali della provincia, Fiemme e Fassa ma anche le Pale di San Martino e l’alta Valsugana
In qualche caso giusto un’imbiancata, come sul Monte Bondone, in altri anche 15 cm di neve fresca. Sorpresa, al risveglio, per molti trentini e per i turisti in montagna, che quando si sono affacciati alla finestra, stamattina, hanno trovato paesaggi imbiancati.
Una spolverata che ha toccato tutto il Trentino, mediamente dai mille metri, localmente anche a quote più basse.
Più colpite le aree nordorientali della provincia, Fiemme e Fassa ma anche le Pale di San Martino e l’alta Valsugana
In qualche caso giusto un’imbiancata, come sul Monte Bondone, in altri anche 15 cm di neve fresca. Vento e neve hanno portato alla caduta di alberi, la zona più colpita quella di Predazzo.
Non è finita.
Anche questa notte dal cielo sono attesi fiocchi bianchi, a partire dalla serata per tutta la notte fino a domani mattina.
Di giorno invece, la neve dovrebbe trasformarsi in pioggia, viste le temperature miti.
Per martedì il tempo sarà in miglioramento, seppur ancora variabile. Chiusa per neve la statale 641 del passo Fedaia dalla loc. Diga fino al confine provinciale, e la statale 242 del passo Sella dalla località Pian Schiavaneis.
Permane la chiusura la statale 50 passo Rolle per pericolo caduta piante a Predazzo fra Bellamonete e Paneveggio; e della provinciale 34 del Lisano e Sesèna chiusa per caduta massi fra Stenico e Ragoli. Chiusa anche la provinciale 27 di Daone diramazione Pracul chiusa per frana, accesso alla valle garantito con una deviazione sul posto.