Home Rubriche Appuntamenti GLI APPUNTAMENTI DI MERCOLEDI 15 MAGGIO

GLI APPUNTAMENTI DI MERCOLEDI 15 MAGGIO

110

Oggi a Rovereto si tiene l’incontro “Esiste una musica accelerazionista?” e la performance “Requiem for Recycled Earth” con l’artista newyorkese James Ferraro. La stagione 2018/19 della rassegna Musica Macchina, organizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara, si chiude in bellezza mercoledì 15 maggio, come sempre all’Auditorium “Fausto Melotti” di Rovereto, con un appuntamento realizzato in collaborazione con il festival Distretto 38: protagonista della giornata sarà il poliedrico artista newyorkese James Ferraro, pioniere della musica più “weird” di questi ultimi 15 anni.L’appuntamento di mercoledì sarà doppio: alle ore 18, nella sala multimediale della Biblioteca Civica “G. Tartarotti” di Rovereto, Ferraro parteciperà alla lecture intitolata “Esiste una musica accelerazionista?”. L’incontro, moderato da Alberto Campo – curatore del festival Distretto 38 – vedrà inoltre la partecipazione del giornalista culturale Federico Sardo (Resident Advisor, Esquire, VICE, Il Tascabile).Alle ore 21, invece, nel Basement dell’Auditorium “Fausto Melotti”, spazio alla performance live di James Ferraro, che presenterà “Requiem for Recycled Earth”, il primo capitolo della sua distopia iperrealista “Four Pieces for Mirai”.Non è facile condensare in poche righe l’evoluzione di una delle figure più sfuggenti e multiformi dell’elettronica degli ultimi due decenni. Con una produzione sterminata iniziata sotto innumerevoli pseudonimi a metà anni Duemila, proseguendo con il noise ipnotico del progetto The Skaters condiviso con Spencer Clark, fino a una carriera solista che ha visto la stampa musicale attribuirgli l’invenzione di almeno due generi – l’hypnagogic pop e la vaporwave – James Ferraro ha in realtà mostrato una padronanza di stili e forme da far sembrare lo stesso concetto di genere musicale fuori fuoco e superato. Dall’approccio lo-fi al luccicante iperrealismo venato di influenze R&B con cui ha raccontato New York e Los Angeles, Ferraro ha saputo sviluppare un immaginario estetico estremamente contemporaneo, che tocca – tra gli altri – i temi del consumismo e del rapporto con la tecnologia.Affascinato com’è da utopie e distopie, James Ferraro ha dato vita nel 2018 al progetto Four Pieces For Mirai, un’epica ambientata in un’oscura era di decadenza tecnologica che sembra voler restituire la documentazione sonora del declino di una civiltà. Dopo un EP di preludio, nel maggio 2019 Ferraro ha pubblicato l’album Requiem for Recycled Earth, primo capitolo della saga. Ed è proprio questo il materiale di partenza per il live che James Ferraro porterà all’appuntamento finale di Musica Macchina, realizzato in collaborazione con Distretto 38.Il concerto di James Ferraro è in programma mercoledì 15 maggio (alle ore 21) presso il Basement dell’Auditorium “Melotti” di Rovereto. Il prezzo del biglietto d’ingresso è di 5 Euro (posto unico). Si ricorda, infine, che il convegno delle ore 18 (Sala Multimediale della Biblioteca Civica “G.Tartarotti”) è ad ingresso gratuito.