Home Notizie 4 INDAGATI PER LA TRAGEDIA DI DIMARO

4 INDAGATI PER LA TRAGEDIA DI DIMARO

378

Tragedia di Dimaro, ora ci sono 4 indagati.

La procura di Trento ha aperto un’inchiesta sull’inferno di fango e detriti che nella notte tra il 29 e il 30 ottobre del 2018 portò devastazione nel paese della Val di Sole causando anche la morte di un donna, Michela Ramponi, inghiottita dal fango nella sua casa di via Gole.

Difese troppo blande e un eccessivo ritardo nel lancio dell’allarme per l’evacuazione.

Due le principali accuse: omicidio colposo e disastro colposo.

Per entrambe sono indagati il dirigente del Servizio Bacini Montani della Provincia, Roberto Coali e l’ingegnera provinciale Silvia Franceschi che avevano effettuato uno studio sui rischi del corso d’acqua: c’è da capire se l’esondazione potesse essere evitata con dei lavori di prevenzione.

Da capire anche se l’allarme e l’ordine di evacuazione sia stato dato troppo tardi: per questo sono stati indagati per omicidio colposo l’ex dirigente della Protezione Civile, Stefano Devigili e il sindaco Andrea Lazzaroni che dal momento della tragedia è in prima linea per la ricostruzione e il sostegno alla comunità.

Agli indagati è stata notificata la richiesta di incidente probatorio.

“Abbiamo fiducia nell’operato delle strutture, attendiamo con serenità che si concludano le verifiche dei magistrati ma abbiamo completa stima dei nostri dirigenti” ha scritto in una nota il presidente della Provincia Maurizio Fugatti.