Home Notizie MERCATONE UNO, TROPPO BASSI GLI IMPORTI DELLA CASSA INTEGRAZIONE

MERCATONE UNO, TROPPO BASSI GLI IMPORTI DELLA CASSA INTEGRAZIONE

28

È il 31 ottobre il termine entro il quale dovranno essere presentate le offerte di acquisto del gruppo Mercatone Uno. Ad oggi hanno manifestato interesse 24 società, ma bisogna aspettare la fine del mese per comprendere come e se questo interesse di tradurrà in concreto. E’ evidente che il futuro degli oltre 1.700 lavoratori del gruppo, circa 30 in Trentino, dipende anche dall’esito di quella trattativa. La Filcams, a livello locale “si è già mossa nei mesi scorsi con la Provincia di Trento sul fronte delle politiche del lavoro – spiega in una nota Alessandro Stella, che segue il comparto per la categoria Cgil -. Resta il problema dei bassi importi della cassa integrazione: dopo l’acquisizione di Shernon i dipendenti hanno accettato di trasformare i loro rapporti di lavoro da tempo pieno a part time e dunque l’ammortizzatore sociale viene calcolato su un ammontare ridotto di ore”.
Fino ad oggi il Ministero del Lavoro, infatti, non ha accolto la richiesta dei sindacati di applicare la cassa integrazione alle condizioni di lavoro pre Shernon. Recentemente, però anche i commissari hanno chiesto di ripristinare le condizioni individuali preesistenti e il Ministero si è reso disponibile ad un ulteriore approfondimento.