Home Notizie BASE JUMPER RUSSO FINISCE SUI CAVI DELL’ALTA TENSIONE E PERDE LA VITA

BASE JUMPER RUSSO FINISCE SUI CAVI DELL’ALTA TENSIONE E PERDE LA VITA

147

Incidente mortale questa mattina per un base jumper russo nel Basso Sarca.
L’uomo di 46 anni ha perso la vita dopo essersi lanciato con la tuta alare da Corna Frea, sopra Riva del Garda, a dare l’allarme verso le 11.45 è stato un suo compagno che era atterrato poco prima sulla spiaggia di Punta Lido e che ha assistito all’incidente.
Secondo la testimonianza, la vittima avrebbe sbattuto contro i cavi dell’alta tensione a paracadute ancora chiuso, precipitando al suolo a quota 750 metri.
Il soccorso alpino ha recuperato la salma che è stata ricomposta e trasferita alla camera mortuaria di Riva, dopo il nulla osta delle autorità.
L’ultima vittima nella stessa zona fu un 26enne australiano che si lanciò da Cima Capi nell’agosto 2016. Diversi invece gli incidenti mortali per lanci dal Becco dell’Aquila nel Comune di Dro.