Home Notizie VOLLEY: ITAS ANCORA A SEGNO CONTRO VIBO

VOLLEY: ITAS ANCORA A SEGNO CONTRO VIBO

64

Alla BLM Group Arena, Giannelli e soci portano a casa il match contro la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia con un secco 3-1
(25-23, 25-23, 13-25, 25-21 i parziali della partita).
L’iniziale equilibrio (5-5) viene rotto da una strepitosa difesa di Grebennikov, che propizia la ricostruita di Russell (7-5) e fa accendere i padroni di casa, che poi accelerano ancora con Cebulj (mani out per il 9-6). Gli ospiti non demordono e recuperano immediatamente (9-9), sfruttando un muro di Chinenyeze su Candellaro ed un errore dello stesso martello sloveno. Vettori (cambiopalla e break point) e Russell (muro su Aboubacar) riporta in fuga i gialloblù, costringendo Cichello ad interrompere il gioco (14-11). Alla ripresa l’Itas Trentino non cala la concentrazione, porta il vantaggio a +4 (muro di Giannelli su Carle per il 16-12) ed in seguito gestisce il margine in maniera oculata (19-15, 21-18, 24-21) per andare al cambio di campo sull’1-0 interno (25-23), soffrendo un po’ solo nel finale.
Il copione si ripete nel secondo set, con Vibo Valentia che regge il ritmo dei trentini nella prima metà del set (7-7), regolata poi dai muri di Candellaro e Vettori (10-7, time out Cichello). I padroni di casa sono un treno in corsa che prende sempre più velocità (12-9, 15-10), anche perché Grebennikov difende qualsiasi cosa passi dalle sue parti ed offre ai compagni occasioni di break point in serie. La Tonno Callipo Calabria prova a reagire con grande spirito di squadra; Cichello inserisce Ngapeth per Carle, ma sono Defalco e Chinenyeze a fare la voce grossa in attacco e a muro riportando progressivamente gli ospiti in partita (19-16, 20-19). Trento fiuta il pericolo e non si concede più distrazioni, capitalizzando con Russell la seconda occasione (25-23).
La reazione dei calabresi si materializza in avvio di terzo periodo; l’Itas Trentino viene travolta da una Tonno Callipo efficacissima a muro ed in contrattacco (0-3 e poi anche 0-6); Lorenzetti inserisce allora Djuric, Codarin e Sosa Sierra rispettivamente al posto di Vettori, Lisinac e Cebulj. Mitar fatica ad entrare in partita, mentre il cubano fa subito il suo dovere in attacco e a muro, rilanciando le speranze dei locali (7-11). Il time out di Cichello è provvidenziale per i giallorossi, che dopo trenta secondi di pausa in panchina ripartono con Aboubacar ed Ngapeth (9-16, 10-20), approfittando anche delle pause dei gialloblù, molto fallosi a rete. Il 2-1 nel computo dei set arriva quindi già sul 13-25, dopo che il tecnico trentino ha rigettato nella mischia Cebulj e Vettori.
Dopo la severa lezione subita, l’Itas Trentino riordina le idee e riparte di slancio nel terzo (da 4-4 a 9-6) con i break point che passano dalle mani di Vettori. Cichello non interrompe il gioco, ma la sua squadra riprende comunque quota trovando il pareggio già a quota dieci con un paio di buoni spunti di Defalco. I gialloblù producono un altro strappo con Cebulj (15-12), ma la Tonno Callipo Calabria con Aboubacar ricuciono ancora lo strappo (17-16, time out di Lorenzetti); un muro di Vettori, uno slash di Cebulj (22-18) indirizzano definitivamente il match verso il fronte trentino: 25-21 e 3-1 finale.