Home Notizie VERSCIACO, FATIMA INCINTA AMMAZZATA DI BOTTE

VERSCIACO, FATIMA INCINTA AMMAZZATA DI BOTTE

188

Aspettava una bambina, che sarebbe dovuta nascere tra meno di un mese, tanto che il padre aveva chiesto una settimana di congedo a fine febbraio, Fatima Zeeshan, la 28enne trovata morta ieri sera nell’appartamento che divideva col marito 38enne Mustafa a Versciaco, frazione di San Candido in alta Pusteria.
Sul corpo della donna, che sarebbe morta nel primo pomeriggio, sono state trovate diverse ecchimosi e del sangue sol volto. Da una prima analisi, sarebbe stata presa a calci e pugni e, probabilmente, soffocata. Una aggressione violenta che dovrà essere confermata dall’autopsia, disposta per domani, mentre il marito della donna, di origine pachistana, resta in carcere a Bolzano con l’accusa di omicidio pluriaggravato.