Home Notizie INAUGURATO L’ANNO GIUDIZIARIO

INAUGURATO L’ANNO GIUDIZIARIO

281

Crescono del 22% le denunce, addirittura del 39% i procedimenti attivati. Dati riferiti allo scorso anno giudiziario e riportati dalla presidente della Corte d’Appello di Trento Gloria Servetti in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2020, celebrata in mattinata al Tribunale di Trento. La Presidente ha voluto sottolineare soprattutto la gravità dei reati di genere, dalla violenza di genere ai fenmminicidi, definendoli una vera e propria emergenza sociale. Reati contro i quali la procura di Trento si è attivata per forme di tutela più attente della vittima e sulla formazione di personale che possa specializzarsi su questo genere di crimini.
Dati a cui ha aggiunto ulteriori dettagli il procuratore generale Giovanni Ilarda: nessun processo attivo in merito a infiltrazioni di stampo mafioso -ma questo non esclude la possibilità che possano esserci stati tentativi in merito- e inutilità della prescrizione ai fini di una maggiore efficienza della giustizia.
E poi c’è una situazione di carenza di personale amministrativo -in questo caso la competenza è della Regione- già più volte sottolineata dal sindacato Flp. Denunciate scoperture, precariato, assenza di concorsi, mancanza di formazione e costi di gestione troppo elevati.