Home Notizie ADDIO A CARLO SPAGNOLLI, MEDICO MISSIONARIO ROVERETANO

ADDIO A CARLO SPAGNOLLI, MEDICO MISSIONARIO ROVERETANO

453

Si è spento all’età di 70 anni Carlo Spagnolli, famoso medico roveretano che ha speso la sua vita per aiutare l’Africa promuovendo numerose iniziative.
Spagnolli da due anni soffriva di cuore, era stato ricoverato alla clinica Solatrix dove sarà allestita la camera ardente.
Era nato a Roma nel 1949.
Importanti i suoi natali con il padre Giovanni che aveva ricoperto la carica di Presidente del Senato.
Il volontariato in Africa ebbe inizio subito dopo la laurea in medicina conseguita nel 1975 presso l’università del sacro cuore di Roma, prima Uganda poi Eritrea, Etiopia, Camerun e infine Zimbabwe.
Tante le collaborazioni che Spagnolli è riuscito coltivare sia con associazioni come la Life Line Dolomites onlus di Pozza di Fassa e l’associazione Amici del Senatore Spagnolli di Rovereto che con istituzioni, prima fra tutte la provincia di Trento.
In Zimbabwe in particolare, grazie all’esperienza di alcuni medici della città della quercia aprì un centro cardiologico.
Una decisione giunta dopo che nel 2012 proprio in Africa era stato colpito da un infarto.
Un anno più tardi si era reso promotore di un altro progetto sanitario in Zimbabwe, finanziato in parte della provincia di Trento per la diagnosi precoce del carcinoma del collo dell’utero in otto centri sanitari con la formazione di oltre 80 fra medici , ostetriche ed infermiere
Carlo Spagnolli lascia tre figli, Francesco, Giovanni ed Elisa.
La moglie, Angelina, infermiera caposala ugandese era prematuramente scomparsa nel 2010.