Home Notizie FEDERAZIONE: I POTERI FORTI CONTRO IL CAMBIAMENTO HA DETTO LA EX PRESIDENNTE...

FEDERAZIONE: I POTERI FORTI CONTRO IL CAMBIAMENTO HA DETTO LA EX PRESIDENNTE MATTAREI

211

Violenza, intimidazioni. Parole pesanti quelle usate ieri dalla ormai ex presidente della Federazione Trentina della Cooperazione, Marina Mattarei per raccontare la sua verità sulle 13 dimissioni che hanno determinato la caduta dell’intero consiglio di amministrazione e dunque la sua
Un’ostilità venuta dai poteri forti della federazione, per impedire il cambiamento e il recupero dei valori cooperativi che il suo mandato rappresentava, e che da qualcuno non sarebbe stato digerito fin dall’inizio, con un’escalation di attacchi anche personali
Con il passo indietro di chi l’ha di fatto defenestrata – ha detto – si è squarciato il velo di ipocrisia che ha avvolto il CDA.
Da parte sua l’ex presidente ha sottolineato di non essere stata contraria alla riforma del credito cooperativo, ma alla mancanza di certezze sui rapporti coi soci, con la federazione e con le categorie economiche e sulla mancanza di una ricaduta positiva anche per il territorio e non solo per Cassa Centrale Banca, a cui sono stati ceduti – ha detto – 30 dipendenti senza che nessuno dei consiglieri dimissionari dicesse nulla.
I problemi col mondo del credito – ha detto – li stavamo risolvendo, venerdì era prevista una riunione decisiva, le irresponsabili dimissioni dei consiglieri hanno fatto saltare tutto.
Ora la Mattarei è attesa da un momento di confronto con i soci che l’hanno sostenuta. Solo dopo deciderà se provare nuovamente la scalata alla presidenza per prendersi la sua rivincita.
La mia elezione non era prevista il gruppo di potere della federazione non lo aveva previsto, ma il potere non replica mai i propri errori.
C’era quando sono stata eletta e c’è ancora una istanza di cambiamento che non si può imbavagliare.