Home Notizie IN REGIONE SI VALUTA LA CHIUSURA ANTICIPATA DEGLI IMPIANTI

IN REGIONE SI VALUTA LA CHIUSURA ANTICIPATA DEGLI IMPIANTI

308

Il Trentino e Alto Adige stanno pensando alla chiusura anticipata degli impianti di risalita. Lo ha annunciato il governatore del Trentino, Maurizio Fugatti, che domani insieme all’omologo Arno Kompatscher incontrerà i rappresentanti di Anef, l’associazione degli imprenditori funiviari.
Il presidente della Provincia di Trento ha riferito che “in quella sede si cercherà un accordo comune tra impianti del Trentino e dell’Alto Adige per attuare una chiusura generale con la stessa data. Quindi domani si capirà se c’è questa volontà di arrivare ad una chiusura uguale per tutti i territori”. Fugatti , che oggi ha ricevuto un appello alla chiusura degli impianti da parte del presidente della Comunità della valle di Sole e dagli amministratori della zona, ha precisato che il dpcm del governo “non prevede sul territorio obblighi di chiusura”. Il governatore ha aggiunto di aver “fatto una ricognizione sulle principali piste da sci del Trentino tra le 11 e le 13 di oggi e di aver riscontrato che la situazione fosse sostanzialmente regolare. La gran parte degli impianti avevano previsto gli spazi di entrata per creare file da una persona e che in generale la situazione fosse sotto controllo; favorita anche dalla minore presenza di turisti stranieri e non solo che hanno lasciato le località sciistiche durante la notte. A fronte di questo ha detto Fugatti ci sentiamo di dire che oggi la situazione è indubbiamente diversa rispetto a ieri.