Home Rubriche Notizie Ladine PIU’ UNITA’ PER IL POPOLO LADINO TRANSFRONTALIERO

PIU’ UNITA’ PER IL POPOLO LADINO TRANSFRONTALIERO

31

L’emergenza coronavirus ha messo in evidenza una carenza di dialogo tra i ladini transfrontalieri, e ora i fassani chiedono una maggiore intesa e scambio di idee su temi importanti per entrambi i territori come il turismo.
Le due province autonome Trentino e Alto Adige dovrebbero dialogare di più, lo chiedono i cittadini che per motivi vari nel corso dell’epidemia hanno dovuto attraversare i “confini” interni provinciali del territorio regionale, confrontandosi con ordinanze diverse che rendevano sanzionabili comportamenti che da una parte erano leciti mentre dall’altra parte potevano costare una sanzione da centinaia di euro.
Per esempio in tema di turismo si va incontro ad una stagione estiva piena di incognite con il rischio di non vedere coperti neanche i costi. La clientela sarà quella di prossimità, quindi italiana. Il buon senso afferma che una sintonia a livello regionale favorirebbe i flussi turistici, specialmente nelle valli ladine, mentre difformità di criteri di accoglienza e gestione degli ospiti sarebbero un ostacolo.