Home Rubriche Notizie Ladine FINANZIAMENTO DEI PROGETTI PER LE MINORANZE LINGUISTICHE: TERMINI PROROGATI

FINANZIAMENTO DEI PROGETTI PER LE MINORANZE LINGUISTICHE: TERMINI PROROGATI

32

A causa dell’emergenza sanitaria per il coronavirus è stato prorogato al 21 luglio 2020 il termine per la presentazione delle richieste di finanziamento dei progetti realizzati dalle comunità linguistiche di minoranza (Amministrazioni territoriali e locali), secondo quanto stabilito dalla legge n.482 del 15 dicembre 1999 sulla tutela delle minoranze linguistiche storiche.
Il fondo di oltre 3 milioni e mezzo di euro, che è stato ricostituito anche quest’anno con la legge di bilancio ed è aumentato rispetto al 2019, finanzia sportelli linguistici, formazione linguistica, attività culturali e toponomastica delle dodici minoranze linguistiche storiche riconosciute sul territorio italiano (albanese, catalano, germanico, greco, sloveno, croato, francese, francoprovenzale, friulano, ladino, occitano e sardo), insediate nei territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta e Veneto. Le minoranze ladina e germaniche (cimbra e mòchena) della Provincia autonoma di Trento e i gruppi linguistici tedesco e ladino della Provincia autonoma di Bolzano non accedono ai finanziamenti previsti dalla legge 482/99.
Novità di quest’anno è la riduzione delle risorse destinate agli sportelli linguistici a favore di una incrementazione del fondo assegnato alle attività culturali, al fine di attivare ulteriori forme di promozione dell’uso parlato e scritto della lingua tutelata.
La stessa circolare ministeriale suggerisce infatti, in qualità di esempio, l’attivazione ed il funzionamento di musei e centri di documentazione multi-mediale che raccolgano e rendano fruibili, anche attraverso tecnologie digitali, il patrimonio di registrazioni storiche sull’uso delle lingue tutelate. Viene inoltre segnalato che particolare attenzione sarà dedicata alla valutazione di iniziative destinate ai giovani in età scolare da realizzare in sinergia con le scuole.
I progetti vanno quindi trasmessi in formato elettronico entro martedì 21 luglio 2020 alle Regioni e contestualmente all’indirizzo di posta elettronica minlidar@palazzochigi.it del Dipartimento per gli Affari regionali e le autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Le domande di finanziamento devono essere compilate in modo esaustivo, utilizzando esclusivamente i moduli di domanda scaricabili dal sito del Dipartimento (comprensivi delle schede tecniche).
Ciascuna Regione, entro il 20 settembre 2020, trasmette al Dipartimento i progetti, un breve giudizio di merito su ognuna delle istanze ricevute e l’elenco delle domande ricevute, agli indirizzi: affariregionali@pec.governo.it; minlidar@palazzochigi.it (in copia per conoscenza).