Home Rubriche Notizie Cimbre L’AUTORITA’ DELLE MINORANZE LINGUISTICHE

L’AUTORITA’ DELLE MINORANZE LINGUISTICHE

148

Istituita presso il Consiglio Provinciale di Trento, l’Autorità per le Minoranze Linguistiche, è una delle istituzioni previste dalle leggi che promuovono e tutelano le minoranze linguistiche del Trentino ossia ladini, mocheni e cimbri.
I componenti sono tre e sono nominati dal consiglio provinciale. L’attuale presidente è Dario Pallaoro, affiancato da Giada Nicolussi e Luciana Rasom.
La legge provinciale n.6 del 19 giugno 2018 determina i compiti dell’Autorità: esercita poteri di valutazione, di vigilanza e di ispezione per la corretta attuazione della normativa in materia di tutela e promozione delle minoranze linguistiche; svolge attività consultiva e di segnalazione alla Giunta provinciale, al Comun general de Fascia e ai comuni nonchè alle relative comunità anche ai fini della definizione, del recepimento e dell’attuazione della normativa internazionale, comunitaria, statale, regionale e provinciale in materia di tutela delle minoranze linguistiche; vigila sulla destinazione delle risorse stanziate dagli enti pubblici a favore delle minoranze linguistiche; esprime un parere al difensore civico relativamente agli atti o ai procedimenti della Provincia e degli altri enti a ordinamento provinciale o istituiti da leggi provinciali, dei concessionari di pubblici servizi, nonché degli altri enti convenzionati con il difensore civico, che incidono su posizioni giuridiche connesse con la tutela o la promozione delle minoranze linguistiche; presenta annualmente al Consiglio provinciale una apposita relazione sulla valutazione complessiva delle politiche e delle attività per la promozione e la tutela delle popolazioni di minoranza potendo proporre interventi migliorativi in merito.
Le relazioni si possono trovare sul sito del consiglio provinciale di Trento www.consiglio.provincia.tn.it.
La sede è presso Palazzo Trentini in via Manci a Trento e il numero telefonico è 0461 21 3212.