Home Notizie DRO, LA DINAMICA DELL’INCIDENTE. IL CONDUCENTE DELL’AUTO NEGATIVO ALL’ALCOLTEST

DRO, LA DINAMICA DELL’INCIDENTE. IL CONDUCENTE DELL’AUTO NEGATIVO ALL’ALCOLTEST

244

Si aggiungono dettagli, alla dinamica dell’incidente costato la vita oggi (5 luglio) pomeriggio ad un 43enne di Cesano Maderno (provincia di Monza-Brianza) sulla SP 84 di Cavedine in Loc.Lavini, sulla retta del tamburello. La moto condotta dall’uomo, con a bordo anche la compagna, una 46enne di Melegno (provincia di Brescia), stava scendendo lungo la provinciale dietro all’auto, che all’altezza del tamburello ha messo la freccia intenzionata a svoltare a sinistra verso l’area pic nic. A quel punto la moto, per scelta o per necessità, non avendo forse lo spazio sufficiente per frenare, ha deciso di passare l’auto sulla sua destra, senza pensare che il guidatore potesse allargare la traiettoria spostandosi – appunto – leggermente sulla sua destra prima di svoltare a sinistra. La moto si è trovata così senza spazio per passare, e ha centrato la parte anteriore destra del veicolo. Un’urto che ha sbalzato i due motociclisti contro le rocce e il palo che segnala la fermata delle corriere, prima di lasciarli a terra una ventina di metri più avanti, sulla strada. Lui ha perso la vita sul colpo. Lei ha riportato una profonda ferita alla schiena, ma era cosciente quando è stata soccorsa e portata in elicottero all’ospedale di Trento, in condizioni gravissime anche a causa della copiosa emorragia. Incolumi invece i passeggeri del veicolo, una coppia di 50enni residenti ad Arco. Nessuna responsabilità, in base a quanto accertato, per l’uomo alla guida, che era quasi fermo al momento dell’impatto, aveva regolarmente segnalato la svolta, si è subito fermato a prestare soccorso e – come ha verificato la Polizia Locale Alto Garda e Ledro – non aveva bevuto prima di mettersi alla guida (l’alcoltest non ha rilevato alcuna traccia di alcool nel sangue). In base alla normativa, però, l’uomo sarà sottoposto ad indagine e dovrà subire il sequestro del veicolo fino al termine degli accertamenti dell’autorità giudiziaria.