Home Notizie ORARI PROVINCIALI, SINDACATI SU FUGATTI: “INCOMMENTABILE, CONCERTAZIONE NON E’ FASTIDIOSA FORMALITA'”

ORARI PROVINCIALI, SINDACATI SU FUGATTI: “INCOMMENTABILE, CONCERTAZIONE NON E’ FASTIDIOSA FORMALITA'”

457

“Incommentabili le dichiarazioni del Presidente Fugatti”. Questa la posizione di FP CGIL, CISL FP, UIL FPL EE.LL e FENALT. “Malgrado una sentenza molto dura nei confronti della Giunta provinciale che intimava l’esecutivo a ritornare a più miti consigli, il Presidente Fugatti non sembra sentir ragioni – scrivono Luigi Diaspro, Beppe Pallanch, Marcella Tomasi e Maurizio Valentinotti. La concertazione sindacale sull’orario di lavoro dei dipendenti non è solo una formalità contrattuale, ma è condivisione di scelte politico organizzative per garantire servizi migliori ai cittadini trentini, garantendo ai dipendenti di lavorare in sicurezza. Liquidare la questione come una fastidiosa formalità è mancare di rispetto al personale provinciale, alle Organizzazioni sindacali e ad un Giudice che ha valutato “antisindacale” l’atteggiamento di questa Giunta. Pronti a tornare subito al tavolo di confronto insieme al Presidente, ma nel rispetto dei ruoli e delle competenze. Siamo pronti a mobilitarci nuovamente se questa Giunta non si confronterà con noi.” Ieri Fugatti, annunciando una fase concertativa per agosto, aveva confermato l’intenzione di far rientrare in ufficio tutti i dipendenti pubblici e prolungare l’orario dei provinciali su tutta la giornata, compresi venerdì pomeriggio e sabato mattina. “La sentenza ci ha dato torto nel metodo e non nel merito” – le parole del Presidente – “Vogliamo mantenere gli stessi obiettivi che avevamo individuato con le precedenti circolari”.