Home Notizie VESPE FATALI, NON CE L’HA FATTA IL “PORTIERONE” GUNTHER MAIR

VESPE FATALI, NON CE L’HA FATTA IL “PORTIERONE” GUNTHER MAIR

380

Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi, ma conoscendo la sua tempra nessuno si sarebbe aspettato il peggio, e invece non ce l’ha fatta,
Gunther Mair, ex portiere del Trento negli anni ’80 e ’90 e oggi, a 61 anni, allenatore delle giovanili del Levico Terme, che era ricoverato in rianimazione da venerdì all’ospedale di Trento a causa di uno shock anafilattico provocato dalla puntura di alcune vespe. Mair stava passeggiando tra i boschi di Pinè, quando uno sciame lo ha attaccato, probabilmente dopo che ha inavvertitamente calpestato un nido. Mair è andato in arresto cardiaco. Soccorso in elicottero, è stato trasportato al Santa Chiara con un lumicino di speranza, ma il suo cuore non ha retto. Sulla pagina Facebook dell’Us Levico, la società l’ha salutato così: “Questa mattina se ne è andato un pezzo di storia calcistica trentina e un gentiluomo nella vita. La società e tutto il mondo gialloblù abbracciano increduli e commossi la moglie Aurora, i figli Mirko e Michael, certi che dall’alto il nostro Gunterone continuerà a seguire con occhio attento la sua famiglia e i tanti portieri che con tanto amore ha cresciuto in questi anni. Ciao Gunther”