Home Rubriche Le ragioni dell’autonomia LE RAGIONI DELL’AUTONOMIA – IL 5 SETTEMBRE

LE RAGIONI DELL’AUTONOMIA – IL 5 SETTEMBRE

395

Perché il 5 settembre in Trentino e in Alto Adige si celebra la giornata dell’Autonomia? Perché il 5 settembre del 1946 l’allora ministro degli Esteri italiano, il trentino Alcide Degasperi, e il suo omologo austriaco Karl Gruber firmarono quello che è conosciuto come l’Accordo Degasperi-Gruber, o Accordo di Parigi, la pietra miliare dell’autonomia trentina e altoatesina.
Dopo la fine della Prima Guerra Mondiale il trattato di Saint Germain sancì il passaggio del Trentino Alto Adige dall’Austria all’Italia: un passaggio non certo indolore, soprattutto per la minoranza linguistica tedesca, che dovette subire l’italianizzazione voluta da fascismo, culminata nelle opzioni, che videro l’adesione massiccia della popolazione germanofona al trasferimento nel Reich nazista. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, nonostante le speranze di alcuni di riannessione all’Austria, Vienna e Roma riuscirono a trovare un accordo che pose le basi per l’autonomia regionale del Trentino Alto Adige.
“È concesso alle popolazioni delle province di Bolzano e Trento – recita il testo – l’esercizio di un potere legislativo ed esecutivo regionale autonomo”. Il testo dell’accordo venne accluso al trattato di pace italiano del 10 febbraio 1947