Home Notizie RSA, INCONTRO TRA PROVINCIA E IL COMITATO “RSA UNITE”

RSA, INCONTRO TRA PROVINCIA E IL COMITATO “RSA UNITE”

141

Per il terzo martedì consecutivo, i rappresentanti dei famigliari di diverse RSA del Trentino, col supporto di Onda Civica, hanno manifestato sotto il palazzo della Provincia chiedendo di alleviare le misure che ancora oggi non permettono incontri ravvicinati con gli anziani nelle strutture.
Con megafoni e cartelloni, i parenti hanno chiesto di essere ricevuti dai rappresentanti provinciali, parlando di affetti rapiti e sequestrati nelle case di riposo, che rischiano di morire di crepacuore.

Preoccupa i parenti anche un temuto possibile caro delle tariffe, a fine anno, causato degli oltre 400 posti rimasti vuoti nelle strutture in questi mesi.
Nello stesso giorno della protesta, ieri, la provincia ha annunciato di aver incontrato i rappresentanti del comitato famigliari “RSA unite”, da poco costituito, proprio per individuare modalità che consentano di favorire l’aspetto relazionale fra anziani e parenti;
all’incontro però non è uscita l’intenzione di modificare le linee guida, che è bene mantenere – ha detto il dr. Ferro – in vista dell’autunno, nonostante le strutture trentine siano oggi covid free.