Home Notizie FORTEMENTE SCORAGGIATI DAL CLIMA DI INCERTEZZA GLI IMPIANTISTI. ALCUNI HANNO GIA’ GETTATO...

FORTEMENTE SCORAGGIATI DAL CLIMA DI INCERTEZZA GLI IMPIANTISTI. ALCUNI HANNO GIA’ GETTATO LA SPUGNA

361

Starebbero per gettare la spugna invece gli impiantisti, di fronte alla caduta anche della data del 7 gennaio per le riaperture. L’associazione degli impianti a fune, Anef, sentiti gli operatori sui territori, chiede certezze almeno per il 20 gennaio, altrimenti la stagione potrebbe considerarsi definitivamente conclusa.
Intanto, dopo 51 anni di attività, la società Saslong di Selva Val Gardena ha già deciso che non aprirà gli impianti di risalita durante questa stagione invernale. “Vista la totale incertezza da parte della politica di prendere una decisione chiara concreta, logica, risolutiva e soprattutto umana abbiamo deciso di non aprire. Una questione di sensibilità nei confronti delle vittime – scrive la società – e dell’impegno di medici, infermieri e volontari, vogliamo che i nostri turisti ricordino la Val Gardena e la Saslong per il loro senso di responsabilità”.
Il Consorzio Esercenti Impianti a fune Val Gardena – Alpe di Siusi precisa che si tratta della singola decisione di una società, su 41 impiantisti dell’area sciistica.
Tutti gli altri, precisa una nota, sono al lavoro per aprire gli impianti in sicurezza appena le condizioni lo consentiranno.