Home Notizie IL DECRETO LEGGE DI NATALE

IL DECRETO LEGGE DI NATALE

308

Nuove regole, dalla vigilia di Natale fino all’Epifania.
Il fulcro del provvedimento sono i 10 giorni in cui l’Italia sarà interamente zona rossa, nei festivi e pre festivi: il 24, 25, 26, 30, 31 dicembre, poi a gennaio 1,2,3,5 e 6.
In queste date serrande abbassate per i negozi tranne che per alcune categorie, chiusi bar e ristoranti che potranno continuare solo con l’asporto e il delivery.
Non si potrà uscire di casa se non per ragioni di lavoro e salute.
Ma su questo punto c’è una eccezione voluta fortemente proprio da Conte per consentire – ha detto – quel minimo di socialità che si addice a questo periodo.
In pratica c’è la possibilità che due persone non conviventi vadano nelle case di parenti e amici con la facoltà di portare figli con meno di 14 anni e disabili.
Possibilità che potrà essere messa in atto solo per una volta al giorno, verso una sola abitazione e nella stessa regione.
Il 27, 28, 29 dicembre e il 4 gennaio invece l’Italia sarà zona arancione.
In queste giornate non saranno consentiti spostamenti tra comuni con l’eccezione di quelli fino a 5mila abitanti nel raggio di 30 km e con il divieto di recarsi nel capoluogo di provincia.
Bar e ristoranti restano chiusi con negozi aperti fino alle 21.00.
Il coprifuoco resta alle 22.00.
Il decreto legge ha poi detto Conte prevede un fondo da 645milioni di euro per bar e ristoranti costretti a chiudere.
Ricordiamo che in Trentino – come prevede l’ultima ordinanza della provincia – il coprifuoco viene anticipato di due ore, mentre la chiusura dei negozi è stata fissata alle 19.30 con l’asporto fino alle 22.00.