Home Notizie PFEIZER: RIDUCE LE DOSI DI VACCINO DESTINATE ALLE PROVINCE DI TRENTO E...

PFEIZER: RIDUCE LE DOSI DI VACCINO DESTINATE ALLE PROVINCE DI TRENTO E BOLZANO

388

Una decisione arbitraria e non condivisa. Così il Commissario straordinario all’emergenza covid Domenico Arcuri ha definito la scelta della multinazionale del Farmaco Pfizer di ridurre le dosi di vaccino destinate ai 293 punti di distribuzione di tutta Italia.
Al Trentino mancherà il 60% delle dosi promesse, una delle percentuali più alte a livello nazionale: ne dovevano arrivare 5850, ne saranno consegnate solo 2340. Situazione simile in Alto Adige, con un calo di poco più del 57%: attese 8190 dosi, ne arriveranno 3510.
Sono sei, invece, le regioni che non subiranno tagli: Abruzzo, Basilicata, Marche, Molise, Umbria e Valle d’Aosta.
In una nota Arcuri sottolinea che è stata la stessa Pfizer a decidere come redistribuire le dosi, creando dunque questi squilibri tra i diversi territori.
In totale la prossima settimana a fronte delle 562.770 dosi previste, ne verranno consegnate solo 397.800, con una riduzione del 29%.