Home Notizie BORGO, STUDENTI IN PIAZZA PER LA COSTITUZIONE

BORGO, STUDENTI IN PIAZZA PER LA COSTITUZIONE

316

Si muovono gli studenti, a Borgo Valsugana, in difesa della Costituzione. Sabato sera in una trentina si sono trovati davanti al Municipio, in orario serale, simbolicamente poco prima del coprifuoco, per rimarcare l’importanza del rispetto delle norme della Costituzione che prevedono libertà di circolazione, inviolabilità della libertà personale, diritto al lavoro.
“Siamo un gruppo di ragazzi di Borgo Valsugana – hanno scritto – circa 70 anni fa i nostri nonni hanno combattuto affinché i diritti dell’uomo fossero riconosciuti e tutelati. Proprio per impedire che gli abusi potessero ripetersi, è stata scritta la Costituzione, luce da seguire durante le emergenze per non permettere al “buon senso” di pochi di prevaricare la volontà e gli interessi dei molti. Noi, essendo nati con questi diritti, spesso li diamo per scontati, mentre dovrebbe essere compito della nostra generazione proteggerli e agire nel momento in cui sono minacciati.”
“In questi mesi, la guerra al virus è entrata in conflitto con i nostri diritti. L’art. 77 sancisce che il governo, non può senza delegazione delle camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. Nonostante il silenzio assordante della Corte Costituzionale, già due ex magistrati che la componevano (Cassese e Baldassarre) hanno affermato l’incostituzionalità dei vari DPCM che si sono susseguiti.”
“Crediamo che principio cardine della democrazia sia il costante rispetto della Costituzione e che la guerra al virus vada combattuta, ma senza violare i diritti alla base del nostro Stato.”
“Siamo oltretutto preoccupati dal fatto che al posto di responsabilizzare il cittadino, si adoperano parole forti come consentire/permettere/vietare che meglio si addicono a un suddito.”