Home Rubriche La rete della salute LA RICHIESTA DI AVIS: “VACCINARE SUBITO I DONATORI”

LA RICHIESTA DI AVIS: “VACCINARE SUBITO I DONATORI”

128

Avis Trento,aumentano i soci, ma nel 2020 su 500 domande solo il 20% è stato autorizzato a donare. Il dato è emerso nel corso dell’assemblea chiamata ad eleggere il nuovo consiglio direttivo. Riconfermata la presidente Danila Bassetti che ha preso come primo impegno quello di concordare con l’Assessorato alla Salute la vaccinazione prioritaria per i donatori di sangue, tra l’altro prevista dalla circolare del Ministero della Salute per cercare di non interrompere il circuito delle donazioni che è di importanza vitale.
L’Associazione Volontari Italiani del Sangue conta a Trento 4693 soci totali dei quali 4603 effettivi e 90 collaboratori, per un +234 soci rispetto al 2019. Il 40% di donatori ha un’ età inferiore ai 40 anni.

Le donazioni sono state in tutto 5252 ( 2245 nel 2019) di 4689 di sangue intero, 378 di plasma, 185 di piastrine. Per il resto c’è la speranza che la situazione si possa normalizzare il prima possibile e che si possa celebrare regolarmente, il prossimo 14 giugno, la Giornata Mondiale del Donatore.