Home Notizie L’AZIENDA SANITARIA TRENTINA SANZIONATA DAL GARANTE PER AVER RESO NOTI DATI RISERVATI...

L’AZIENDA SANITARIA TRENTINA SANZIONATA DAL GARANTE PER AVER RESO NOTI DATI RISERVATI A CAUSA DI UN ERRORE DEL SISTEMA INFORMATICO

109

L’Azienda Sanitaria di Trento è stata condannata dal Garante della Privacy ad una sanzione di 150 mila euro per violazione della privacy.
293 referti di 175 pazienti per i quali era stato espressamente chiesto l’oscuramento sono stati messi a disposizione dei medici di famiglia.
Tra i pazienti che avrebbero voluto mantenere riservati i loro dati sanitari anche due minorenni e alcune donne sottoposte ad interruzione di gravidanza.
La colpa è di un errore del Sistema informativo ospedaliero. La sanzione è stata poi ridotta del 50% perché – in base alla normativa – fa sapere APSS, è stata pagata entro 30 giorni dalla notifica del Garante. L’intervento dell’Autorità fa riferimento ad un cosiddetto «data breach» causato da un incidente informatico imputabile ad una causa accidentale durante un’attività di revisione e ristrutturazione dei sistemi informativi. Il fatto è avvenuto nel 2019.