Home Notizie MALTEMPO, LA CONTA DEI DANNI ALL’AGRICOLTURA

MALTEMPO, LA CONTA DEI DANNI ALL’AGRICOLTURA

111

“La prima ondata di maltempo aveva colpito oltre 500 ettari di terreni coltivati e questa ulteriore ondata ha recato altri danni che stiamo quantificando con i
nostri tecnici”. Così il presidente di Coldiretti Trentino Alto
Adige Gianluca Barbacovi sui danni provocati dall’ultima ondata di maltempo che ha colpito diverse zone del Trentino. “La caduta della grandine -aggiunge Barbacovi- è l’evento più temuto dagli agricoltori in questo momento perché si abbatte sulle colture prossime alla raccolta con danni irreversibili che fanno perdere un intero anno di lavoro. In pochi minuti c’è chi si è visto distruggere dai chicchi di ghiaccio fino al 100% del lavoro di un anno con drammatiche conseguenze sui bilanci delle aziende
agricole”. Ad essere interessati soprattutto meleti e vigneti in Val di Non, Rotaliana, Alta Valsugana e Val di Cembra. In precedenza erano state colpite anche le zone di Arco e Riva del Garda.