Home Notizie COMPARTO CARNI: OPERAIO LICENZIATO INGIUSTAMENTE. ALLARME DELLA CGIL SULL’ INTERO SETTORE

COMPARTO CARNI: OPERAIO LICENZIATO INGIUSTAMENTE. ALLARME DELLA CGIL SULL’ INTERO SETTORE

85

Il Tribunale di Trento ha condannato un’azienda del comparto lavorazione carni per licenziamento ritorsivo. Un lavoratore straniero, era stato ingiustamente licenziato, con la falsa accusa di aver minacciato con un coltello un suo superiore. Una vera e propria montatura architettata dall’azienda per punire il lavoratore che si era rivolto al sindacato per denunciare pagamenti mancanti, ferie e permessi non goduti. L’operaio ora dovrà essere reintegrato nell’organico.
“I fatti accaduti sono gravissimi, ma è ancora più grave l’aver scoperto durante l’istruttoria del processo che non si trattava di un caso isolato: anche altri lavoratori del settore subivano un trattamento ingiusto con una violazione costante dei diritti contrattuali”, ha detto la segretaria generale della Flai Cgil del Trentino, Elisa Cattani.