Home Notizie UCCISE LA MOGLIE INCINTA, PIZZAIOLO RINVIATO A GIUDIZIO

UCCISE LA MOGLIE INCINTA, PIZZAIOLO RINVIATO A GIUDIZIO

75

Rinvio a giudizio per Mustafà Zeeishan, che nella notte fra il 29 e 30 gennaio 2020 uccise strangolandola la moglie 28enne Fatima, incinta di 8 mesi.
L’uomo accusato di omicidio volontario aggravato sarà in corte d’assise il 29 novembre, dopo che la richiesta di rinvio a giudizio della procura è stata accolta dal giudice per le indagini preliminari Andrea Pappalardo.
La difesa del 39enne cercherà di puntare sull’ involontarietà del gesto, che sarebbe avvenuto durante la fase rem del sonno, dal momento che l’uomo soffrirebbe di un grave disturbo del comportamento, come suggerito dalla perizia della difesa.
Ma la presunta invalidità psichica è stata per ora rigettata dal Gup, che ha valutato Mustafa capace di intendere e volere.