Home Notizie IL COVID SPINGE LA SPESA “MADE IN ITALY”

IL COVID SPINGE LA SPESA “MADE IN ITALY”

72

Nell’anno del covid crescono gli acquisti di prodotti made in Italy da parte dei consumatori italiani che registrano un più 7,6%.
Lo fa sapere la Coldiretti.
L’Italia raggiunge per la prima volta nella storia recente l’autosufficienza nella bilancia alimentare con le esportazioni di cibi e bevande nazionali che hanno superato in valore le importazioni dall’estero, si legge nel comunicato. Una spesa tra latte, salumi, formaggi, salse, prodotti confezionati, uova, pasta, vino, olio, farine – tutti prodotti nostrani – che ha raggiunto un valore di oltre 8,4 miliardi di euro secondo l’Osservatorio Nielsen Immagino.
Le esportazioni agroalimentari italiane del primo semestre del 2021 hanno raggiunto il valore record di 24,81 miliardi con un aumento del 12% rispetto all’anno precedente e lo storico sorpasso sulle importazioni che sono invece ferme nello stesso periodo a 22,95 miliardi.
“Un cambiamento senza precedenti – commenta Gianluca Barbacovi, presidente di Coldiretti Trentino Alto Adige che aggiunge – gli italiani hanno privilegiato la qualità dei prodotti nazionali anche per sostenere l’economia ed il lavoro del Paese”.