Home Rubriche Le ragioni dell’autonomia LE RAGIONI DELL’AUTONOMIA – L’EUREGIO

LE RAGIONI DELL’AUTONOMIA – L’EUREGIO

39

Compie 10 anni quest’anno l’Euregio. Il 14 giugno del 2011 i vertici delle due Province autonome di Trento e Bolzano e del Land Tirolo, riuniti a Castel Thun, firmavano l’Atto costitutivo dell’ Euroregione composta dallo stato federato austriaco del Tirolo e dalle province autonome di Trento e Bolzano. L’obiettivo era quello di sviluppare e rafforzare la collaborazione tra i tre territori del Tirolo storico nei vari ambiti della vita quotidiana, inaugurando a una nuova qualità istituzionale. Le sue basi vennero gettate nel 1993: in quell’anno, infatti Italia e Austria conclusero un accordo sulla collaborazione transfrontaliera. Due anni più tardi, nel 1995, Trento, Bolzano e Tirolo aprirono un ufficio di rappresentanza comune a Bruxelles. Nel 1998 le tre giunte locali sottoscrissero una specifica convenzione sulla collaborazione transfrontaliera, in corrispondenza con l’apertura delle frontiere stabilita dal Trattato di Schenghen. Prendeva vita, quindi, il Gruppo europeo di cooperazione territoriale (Gect), strumento previsto dal regolamento Ue del 2006, dotato di personalità giuridica pubblica, costituito per facilitare e promuovere la cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale tra i suoi membri. L’abitudine alla convivenza nell‘ Euregio si fonda su una tradizione e su una cultura di autogoverno che risalgono al Medioevo. L‘autonomia è quindi un valore e un principio di azione tanto per i politici quanto per la popolazione. Da allora sono state molte le iniziative comuni messe in campo dai tre territori, molte delle quali hanno assunto un carattere continuativo. Ad esempio, quelle nei settori della formazione e dei giovani, della mobilità, della ricerca e sviluppo, dell’ambiente e della protezione civile, dell’economia, del turismo e della cultura.