Home Rubriche Le ragioni dell’autonomia OGGI SI CELEBRA LA FESTA DELL’AUTONOMIA, FUGATTI: “CENTRALE LA COLLABORAZIONE CON L’ALTO...

OGGI SI CELEBRA LA FESTA DELL’AUTONOMIA, FUGATTI: “CENTRALE LA COLLABORAZIONE CON L’ALTO ADIGE”

65

Oggi 5 settembre si celebra la festa dell’Autonomia, a distanza di 75 anni dall’ accordo di Parigi firmato da Alcide De Gasperi e Karl Gruber.
Questa mattina la cerimonia ufficiale in sala Depero nel palazzo della Provincia a Trento dove i cittadini muniti di green pass e su prenotazione possono visitare Palazzo Trentini – sede del Consiglio provinciale – dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 e il Palazzo della Provincia dalle 15.00 alle 18.00.
Accessibili senza prenotazione invece le visite allo Spazio De Gasperi di Palazzo Thun in via Belenzani, aperto dalle 9 alle 18.
Tanti gli interventi delle autorità: il presidente trentino Maurizio Fugatti ha parlato di un periodo difficile per l’autonomia durante la gestione della pandemia, così come difficili si sono rivelati i rapporti con lo Stato.
Centrale il tema della leale collaborazione con l’Alto Adige, alla presenza del presidente Kompatscher, e anche dello Statuto di Autonomia. “L’Autonomia è “responsabilità” e va rafforzata attraverso “un’alleanza” assieme agli altri territori, prima di tutto l’Alto Adige-Südtirol, nonché ai cittadini, alle forze sociali ed economiche. Perché lo speciale autogoverno del Trentino, nato dall’intuizione degasperiana e condiviso con la vicina Provincia di Bolzano, è “un’eredità da conservare e attualizzare” e vive di “relazioni, collaborazioni e intese” tra i vari livelli istituzionali. Lo Stato centrale – con il quale i rapporti nei mesi più duri della pandemia sono stati difficili, ma nei cui confronti l’Autonomia ha “resistito” dimostrando la validità delle scelte e delle azioni svolte – e l’Europa, che ha mutato i paradigmi dimostrando una rinnovata e diversa sensibilità territori, come dimostra anche il progetto del Pnrr. È questo il messaggio rivolto dal presidente Maurizio Fugatti. L’anno prossimo si festeggiano i 50 anni del Secondo Statuto, un occasione di rilancio, ha detto Fugatti, ma si è parlato anche di Terzo Statuto: il presidente del Consiglio provinciale trentino Walter Kaswalder ha detto che questo sarebbe il momento giusto per rilanciare e unire gli sforzi trentini e altoatesini.
Al termine della cerimonia il conferimento dell’Aquila di San Venceslao, massimo riconoscimento della Provincia, al commissario del governo Sandro Lombardi, da pochi giorni in pensione.
Affidata al professor Fulvio Cortese la lectio magistralis dal titolo: “Autonomia e buona amministrazione: l’attualità di un nesso imprescindibile”.
Le celebrazioni per la Giornata dell’Autonomia continuano a Bolzano, nel pomeriggio, alla presenza dell’ex premier Romano Prodi e dell’ex presidente austriaco Heinz Fischer.