Home Notizie POPOLI D’EUROPA – TUTTO SUL SERVIZIO CIVILE EUROPEO

POPOLI D’EUROPA – TUTTO SUL SERVIZIO CIVILE EUROPEO

181

Il Corpo Europeo di Solidarietà è la nuova iniziativa dell’Unione europea che offre ai giovani dai 18 ai 30 anni opportunità di lavoro o di volontariato fino a dodici mesi sul territorio degli Stati membri dell’Unione europea, nell’ambito di progetti destinati ad aiutare comunità o popolazioni in Europa.

Che cos’è?
Il Corpo Europeo di Solidarietà offre la possibilità ai volontari di impegnarsi nei seguenti ambiti:

Inclusione
Accoglienza e integrazione dei rifugiati e dei migranti
Cittadinanza e partecipazione democratica
Prevenzione e gestione delle catastrofi
Protezione dell’ambiente e della natura
Salute e benessere
Istruzione e formazione
Occupazione e imprenditorialità
Creatività e cultura
Sport
Tutti i giovani che entrano a far parte del Corpo europeo di solidarietà ne accettano e condividono la missione e i principi .

A chi è rivolto
Giovani che hanno dai 18 ai 30 anni e che sono residenti in Italia.

Quanto dura?
Tra i 2 e i 12 mesi.

Dove posso andare?
In tutti i paesi dell’Unione Europea.

Requisiti per partecipare
In generale, una base della lingua inglese (o lingua del Paese ospitante) può tornare utile.

Alcuni progetti possono richiedere competenze particolari.

Cosa ricevo?
Grazie al finanziamento dell’Unione europea sono coperte le seguenti spese:

vitto e alloggio
un “pocket money” mensile
l’iscrizione al piano di assicurazione collettiva ESC
parte delle spese di viaggio a/r
formazione pre-partenza (in Italia), formazione all’arrivo e valutazione intermedia da effettuarsi nel Paese di accoglienza
corso di lingua (relativa al Paese di accoglienza)
Come partecipare?
Per partecipare o farti un idea dei progetti esistenti, devi registrati sul portale del Corpo europeo di solidarietà: www.europa.eu/solidarity-corps

Dopo aver completato una semplice procedura di registrazione, come partecipante al Corpo europeo di solidarietà potrai essere selezionato/a e invitato/a ad unirti ad un’ampia gamma di progetti, connessi ad esempio alla prevenzione delle catastrofi naturali o alla ricostruzione a seguito di una calamità, all’assistenza nei centri per richiedenti asilo o a problematiche sociali di vario tipo nelle comunità.

In generale ti consigliamo di preparare cv e una lettera di motivazione (entrambi in inglese o eventuale altra lingua) che potrebbe essere richiesta in una fase successiva della selezione ed di essere pronto/a a sostenere un colloquio in lingua, anche via skype.