Home Notizie AL VIA IL CENSIMENTO DELLE MINORANZE, DALL’8 NOVEMBRE ANCHE IN FORMATO CARTACEO

AL VIA IL CENSIMENTO DELLE MINORANZE, DALL’8 NOVEMBRE ANCHE IN FORMATO CARTACEO

56

Dopo 10 anni dall’ultima rilevazione, ha preso il via la nuova indagine su consistenza e dislocazione territoriale delle minoranze linguistiche mochena, ladina e cimbra. Lo studio, coordinato dall’Istituto di Statistica della provincia di Trento (Ispat) e con la partecipazione tecnico-scientifica dell’Istat, proseguirà fino al 20 dicembre.
Alla rilevazione possono rispondere tutte le persone residenti nei comuni della provincia di Trento e i suoi esiti daranno informazioni utili ai fini della tutela e della promozione della cultura delle popolazioni di lingua ladina, mòchena e cimbra che si trovano sul territorio provinciale.
Si tratta di un’occasione per dichiarare la propria appartenenza alle popolazioni di lingua minoritaria e per permettere di conteggiare gli appartenenti alle tre comunità per sesso, classe di età e dislocazione territoriale. Risulta quindi fondamentale la partecipazione di tutta la popolazione, sia per la buona riuscita della rilevazione, sia per impostare le politiche future per le popolazioni di lingua ladina, mòchena e cimbra. Per partecipare all’indagine basta compilare un semplice questionario in tre modi:

– Via web, attraverso un applicativo realizzato e gestito da Ispat
– Per chi non ha il computer o non è esperto nel suo utilizzo, recandosi nel Comune di residenza, dove è predisposta una postazione con assistenza per la compilazione via web
– Come modalità residuale, compilando il modello cartaceo presso il Comune di residenza, da riconsegnare in busta anonima.

Infine, a partire dall’8 novembre, nei soli comuni di insediamento storico delle tre popolazioni (per i ladini: Campitello di Fassa-Ciampedel, Canazei-Cianacei, Mazzin-Mazin, Moena-Moena, San Giovanni di Fassa-Sèn Jan e Soraga di Fassa -Soraga; per i mòcheni: Fierozzo-Vlarotz, Frassilongo-Garait e Palù del Fersina-Palai en Bersntol; per i cimbri: Luserna-Lusérn), le famiglie che non avranno già provveduto alla compilazione del questionario saranno contattate da rilevatori che metteranno a disposizione il questionario cartaceo e lo raccoglieranno in busta chiusa.