Home Notizie PIETRE DELL’INCIAMPO A TRENTO, IN MEMORIA DI NICHELATTI E TOMASI

PIETRE DELL’INCIAMPO A TRENTO, IN MEMORIA DI NICHELATTI E TOMASI

74

Trento ha posato le sue prime due pietre d’inciampo, a ricordo di due concittadini che hanno vissuto e combattuto l’orrore del nazismo.
Sono state poste questa mattina con una cerimonia, in memoria di Albino Nichelatti e Arturo Tomasi, in via San Martino 59 e in corso Alpini 11.

Albino Nichelatti, nato a Trento nel 1880 morì a Mauthausen il 24 aprile del 1945, pochi giorni prima che i carri armati americani liberassero i sopravvissuti del lager. Era un detenuto politico: da tecnico della Todt, aveva infatti sottratto i disegni delle fortificazioni della linea gotica per aiutare la Resistenza partigiana e gli alleati.

Arturo Tomasi, nato nel 1912, arrestato nel 1943 e deportato a Flossenbürg, a ingrossare le fila dei lavoratori forzati delle fabbriche del Reich, riuscì miracolosamente a sopravvivere alla prigionia e a tornare a casa.