Home Notizie NO PASS IN PIAZZA MAGNAGO, LA PROTESTA NON SI FERMA

NO PASS IN PIAZZA MAGNAGO, LA PROTESTA NON SI FERMA

159

Mentre gli occhi sono puntati su Trieste e l’attesa visita del ministro allo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli – triestino – ai portuali, non si fermano i movimenti no green pass in Trentino e Alto Adige, tra i più attivi in Italia. Ieri sera Wir-Noi ha portato duemila persone in corteo dai prati del Talvera, a Bolzano, fino a Piazza Silvius Magnago, in una sorta di lanternata che si è conclusa con un piccolo concerto sotto il palazzo della Provincia. Ad esibirsi, il comandante degli Schuetzen Jürgen Wirth Anderlan, con la canzone “Halt – Stop – So Nicht”, appositamente scritta per chiedere alla politica di lasciare che i cittadini tornino alla libertà di lavorare senza lasciapassare, di abbracciarsi, di visitare i loro cari negli ospedali e nelle case di riposo. Con gli schermi dei telefonini accesi, gli altoatesini scesi da tutte le valli hanno mostrato ancora una volta di essere una presenza consistente e soprattutto determinata, che oggi sarà a Trento a sostenere la manifestazione del coordinamento locale, CiSiAMO!, che per il 14esimo sabato porterà i cittadini in corteo per le vie cittadine. Partenza alle 15 da Piazza Dante, dove un gruppo di cittadini intonerà anche un OM collettivo, iniziativa che si sta diffondendo in molte piazze mondiali, e che ha avuto grande risalto a Firenze, quando l’OM, sillaba sacra simbolo di rinascita e libertà, è stato intornato da centinaia di cittadini davanti alla Porta del Paradiso del Battistero il 16 settembre, in simbolico contrasto all’apertura della Porta dell’Inferno al Quirinale.