Home Notizie CORTEO NOPASS, OGGI DONNE IN BIANCO E TIZIANA ALTERIO. NO ALLE SOSPENSIONI...

CORTEO NOPASS, OGGI DONNE IN BIANCO E TIZIANA ALTERIO. NO ALLE SOSPENSIONI DEI SANITARI

122

Torna in piazza anche oggi il movimento No Green Pass, che definisce il 15mo corteo consecutivo “per la Costituzione e i Diritti dei Lavoratori”. Questa settimana, ritrovo alle 15 da Piazza Dante con la novità delle donne vestite di bianco che apriranno il corteo, iniziativa nata dopo lo sgombero del porto di Trieste per dimostrare nonviolenza, ma legata a Trento anche al ricordo di Chiara Agostini, la maestra e dal 2017 attivista contro le esclusioni dei bambini non vaccinati dalle scuole materne, che l’anno scorso fu prima firmataria e promotrice della raccolta di firme per una Scuola Reale, scomparsa la scorsa settimana. Altra novità di questo 15mo corteo, sarà la presenza della scrittrice e giornalista Tiziana Alterio, esperta di economia solidale e finanza internazionale, che presenterà in Piazza Duomo attorno alle 16 il suo ultimo “Il Dio vaccino – Il più grande e oscuro business del XXI secolo”. Il comitato organizzatore, CiSiAMO! prende posizione anche contro le nuove sospensioni dei sanitari: “facciamo presente a chi li colpevolizza indicandoli come i responsabili dell’aumentato carico di lavoro del colleghi (ai quali invia solidarietà e comprensione) che la soluzione sarebbe semplice: lasciarli lavorare, cosa che farebbero volentieri piuttosto che restare a casa senza stipendio e con enormi preoccupazioni. I sanitari – aggiunge il coordinamento – hanno lavorato senza vaccino anche nei periodi peggiori della pandemia, persino senza DPI e con una deroga per operare (che il Ministero ha concesso a tutti i sanitari) nonostante la positività al tampone. Quanto all’appello alla responsabilità e tutela della sicurezza dei pazienti, CiSiAMO! ritiene che diano più garanzie persone tamponate ogni 2 giorni, per quanto non vaccinate, piuttosto che lavoratori vaccinati magari mesi fa, che possono contagiarsi e contagiare e non vengono controllati. I casi Covid tra sanitari stanno subendo un’impennata – sottolinea il coordinamento. Proprio ieri, intanto, è scattato l’allarme all’ospedale San Maurizio di Bolzano per una dirigente positiva. Scattato un maxiscreening che per ora non ha evidenziato nuovi casi, i test saranno ripetuti fra 48 ore.