Home Notizie 130 LAVORATORI DELL’AZIENDA SANITARIA A RISCHIO CONTRATTO. SINDACATI IN PROTESTA

130 LAVORATORI DELL’AZIENDA SANITARIA A RISCHIO CONTRATTO. SINDACATI IN PROTESTA

73

Sono 130 i dipendenti dell’azienda sanitaria con contratto a termine che rischiano di restare senza lavoro. I sindacati annunciano per venerdì la mobilitazione.
Si tratta di magazzinieri, amministrativi ma anche professionisti sanitari.
Per alcuni di loro il contratto scadrà già a fine mese, per altri, invece, il termine è fissato a dicembre. Sono tutti assunti con Orienta, l’agenzia per il lavoro che ha fornito fino ad oggi personale all’Apss nel corso – peraltro – di un’emergenza sanitaria che li ha visti in molti casi operare in prima linea. Grazie anche a questi lavoratori è stata garantita la continuità di alcuni servizi strategici, come ad esempio quelli della farmacia e dell’accoglienza dei pazienti.
Eppure l’Azienda sanitaria sembra non ricordarsene e, nonostante le richieste dei sindacati, resta immobile di fronte al destino di questi lavoratori e queste lavoratrici. Per questa ragione Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp hanno deciso di indire una mobilitazione: venerdì alle 10, davanti alla sede dell’Apss, è in programma un presidio di protesta.
I sindacati sollecitano ancora Apss e Assessora ad aprire un confronto costruttivo per trovare una soluzione che dia risposte ai lavoratori, ma che assicuri anche adeguati servizi ai cittadini.