Home Notizie AGGRESSIONE OMOFOBA A TRENTO DUE SERE FA

AGGRESSIONE OMOFOBA A TRENTO DUE SERE FA

257

Le militanti del collettivo Non una di Meno denunciano un’ aggressione a sfondo omofobo avvenuta due sere fa a Trento.
Un gruppetto di ragazzi ha aggredito verbalmente e fisicamente in centro storico nei pressi della facoltà di Lettere un gruppo di attiviste del collettivo. Una delle ragazze è stata buttata a terra e poi sbattuta al muro, con la minaccia di tagliarle la gola. Un episodio grave, preoccupante che si aggiunge – come sottolinea il consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella – alle parole maschiliste e violente contro le donne pubblicate su Facebook da Luca Valentini, di Fratelli di Italia e alle frasi della consigliera comunale di Bolzano Anna Scarafoni, anche lei di Fratelli d’Italia, che in consiglio ieri sera ha parlato di “diffusione di materiale pornografico senza alcuna protezione per i minori” e di “disgustosa propaganda di esibizionisti pedofili adescatori, riferendosi a Centaurus – Arcigay Alto Adige/Südtirol, accusata di aver diffuso materiale divulgativo per prevenire le infezioni sessualmente trasmissibili.