Home Notizie APPROVATO ALL’ UNANIMITA’ IN CONSIGLIO DEI MINISTRI IL SUPER GREEN PASS

APPROVATO ALL’ UNANIMITA’ IN CONSIGLIO DEI MINISTRI IL SUPER GREEN PASS

83

Stretta sui no vax ma solo nel periodo natalizio.
Super green pass per contenere la quarta ondata di Covid: Il nuovo decreto è stato approvato dal Consiglio dei Ministri dopo la riunione della cabina di regia e l’incontro con le regioni.
Il certificato verde rafforzato viene riconosciuto anche in zona bianca solo ai cittadini vaccinati o guariti.
In base alle nuove regole, a partire dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio chi non è in possesso del super green pass potrà svolgere solo attività essenziali, non ricreative.
Servirà per: spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche.

Il green pass base, ottenuto con tampone negativo, servirà ad esempio per salire sui treni e mezzi di trasporto pubblico locale. Sarà sufficiente per recarsi al lavoro, accedere ad alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale.

Le limitazioni per i vaccinati invece scatterebbero solo in zona rossa.

Mascherine obbligatorie anche all’aperto in zona gialla.

Previsto inoltre l’obbligo vaccinale per docenti e personale scolastico, militari e soccorso pubblico, mentre per il personale sanitario è obbligatoria la terza dose, confermata dopo 5 mesi dalla seconda.

La validità del Green Pass scende da 12 a nove mesi. E nel pomeriggio anche il Comitato tecnico scientifico ha dato parere positivo alla riduzione temporale della durata.

Il decreto varato nel pomeriggio all’unanimità non ha scadenza, a metà gennaio si valuteranno la situazione dei contagi e le ospedalizzazioni.

“Positivo l’accoglimento delle richieste delle regioni, ma non possiamo permettere che il dissenso che sarà inevitabile da parte di alcuni, sfoci in situazioni di tensione che non porterebbero da nessuna parte, commenta il presidente trentino Fugatti invitando al rispetto delle regole di pari passo a prudenza e buon senso”.