Home Notizie CASTEL IVANO: DISCARICA SEQUESTRATA

CASTEL IVANO: DISCARICA SEQUESTRATA

197

I carabinieri del Noe hanno sequestrato una discarica nel parco Ambientale del Brenta.

Si tratta della discarica di rifiuti non pericolosi di Castel Ivano, frazione di Villa Agnedo in Valsugana.

Il provvedimento è stato emesso a seguito della richiesta dei pubblici ministeri della direzione distrettuale antimafia di Trento che hanno coordinato un’indagine partita da una serie di verifiche su alcuni rifiuti contenenti policlorobifenili provenienti dalla bonifica del Parco Parenzo Sud-Ovest di Brescia.

Nel corso dell’indagine si è inoltre appurato che il sito, avviato nel 1993 come discarica per rifiuti non pericolosi, aveva terminato l’attività di smaltimento nel 2005 con esaurimento della capacità ricettiva e collocazione in fase post operativa. Non sarebbero dunque stati possibili nuovi conferimenti. Due successivi provvedimenti risultati illegittimi avevano autorizzato il conferimento di nuovi rifiuti.

Si tratterebbe inoltre di rifiuti più inquinanti del consentito.

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico sono stati coadiuvati nella fase esecutiva dai militari del Noe di Venezia e Treviso e dal personale del comando provinciale di Trento oltre che dall’elicottero dei carabinieri di Bolzano.

L’indagine è coordinata dal procuratore Sandro Raimondi; le ipotesi di reato riguardano le attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti per interventi in area a tutela ambientale. I pubblici ufficiali sono ritenuti responsabili anche della divulgazione di informazioni d’ufficio.