Home Notizie MORTALE DI ARCO, I SINDACATI: “SERVONO CONTROLLI E ISPEZIONI, NON BASTANO I...

MORTALE DI ARCO, I SINDACATI: “SERVONO CONTROLLI E ISPEZIONI, NON BASTANO I TAVOLI”

179

Sull’incidente di Arco, nel quale ha perso la vita Nicolae Catalan, 30 anni, schiacciato dal contrappeso di un ascensore in un cantiere alla casa di cura Eremo, intervengono anche i sindacati di Cgil, Cisl e Uil.
“Quanti morti dobbiamo ancora attendere perché in Trentino e in Italia si faccia finalmente qualcosa di concreto per fermare questa vera e propria strage? E’ poco utile convocare tavoli d’urgenza se poi non si mettono in campo azioni mirate, a cominciare da un serio potenziamento dei controlli e delle ispezioni”, si legge in un comunicato congiunto dei responsabili dell’ambito salute e sicurezza sul lavoro, Manuela Faggioni, Milena Sega e Alan Tancredi.

“Si investe troppo poco sulla sicurezza, sulla manutenzione e l’ammodernamento dei macchinari, sulla formazioni degli addetti. Il sistema del subappalto purtroppo peggiora ulteriormente la situazione con realtà che operano spesso al limite. Bisogna invertire la rotta, ricordandosi che per fare sicurezza servono risorse umane ed economiche”, aggiungono gli esponenti sindacali.

È il tredicesimo incidente mortale sul lavoro nel 2021 in Trentino.