Home Notizie BOLZANO: TRE LOCALI CHIUSI PER AVER VIOLATO LE NORME ANTI COVID

BOLZANO: TRE LOCALI CHIUSI PER AVER VIOLATO LE NORME ANTI COVID

97

Tre locali pubblici di Bolzano sono stati chiusi per alcuni giorni, dopo un controllo della polizia di stato, per non aver rispettato alcune norme anti-Covid.
Agenti delle volanti sono intervenuti presso il bar “Fantasy” di Corso Libertà a seguito delle segnalazioni di diversi residenti in zona disturbati dalla musica ad alto volume ed allarmati dall’eccessivo assembramento di persone. I poliziotti hanno rilevato che la musica era effettivamente assordante e che l’affollamento impediva il mantenimento della distanza tra le persone.
In più, hanno riscontrato che un barista non portava la mascherina. Locale chiuso per 5 giorni e multa per gestore e barista.
Altro intervento in via Rosmini, presso il bar ristoro “Chicken Hut”, dove gli agenti hanno notato, attorno al bancone del locale, un assembramento di giovani, alcuni dei quali senza mascherina e che anche in questo caso non veniva rispettata la distanza interpersonale. È, poi, emerso anche che non era stato effettuato il controllo del “Green pass rafforzato” per il servizio al banco. Anche in questo caso il gestore è stato sanzionato ed il locale chiuso per 4 giorni.
Infine, durante un controllo di routine al bar bistro “Renon”, è stato trovato un cliente seduto al tavolo privo di
certificazione verde. Il gestore è stato quindi multato ed il locale chiuso per 5 giorni.